Via Gavada

[Ga-‘va-da]: strada di campagna incavata, per lo più tra due muri, piuttosto ripida. Così recita il vocabolario al nome di quella via che taglia obliquamente per metà tutta la lunghezza dell’abitato di Mis.

Una erta appunto, che nasconde la sua testa appena sotto la curva che dal versante gosaldino segna l’ingresso nel paese. E poi giù, dritto per dritto, ingobbandosi per un attimo a metà cammino e servendo il centro del paese con tutti i suoi servizi, dai pompieri alla posta, dal negozio di alimentari alla chiesa. Ma la sua corsa non finisce qui, ed intersecandosi per la seconda volta con la Don Pietro Simion ridiscende ancora, sempre con la sua terribile pendenza fino al Mis de Sot, per poi perdersi stancamente con la sua secca svolta verso il torrente.

E questo è il suo sviluppo, dall’alto verso il basso. All’incontrario, solo a guardarla mette in soggezione, se poi si deve addirittura affrontarla, beh, meglio riempire i polmoni e risalirla tutta d’un fiato dal fondo alla cima.

Strada di campagna, una volta, quando la campagna ancora c’era. Ora è una specie di incubo per chi la deve percorrere durante la stagione invernale, mentre nella bella stagione rappresenta più che altro una rapida scorciatoia da e per il centro del Mis, sempre che non si incontri nessuno…

Un commento su “Via Gavada”

  1. pieveloce Reply

    Se per-corri la gavada più volte al giorno con passo sostenuto non avrai certo più bisogno di palestra o altri tipi di ginnastica perchè tutto verrà riattivato, tutto si rassoderà! Se poi sei costante nel tempo vedrai calare anche il giro-vita ed ogni grasso superfluo si scioglierà come d’incanto. Per ottenere questi risultati però ci vuole impegno, buona volontà e tanta costanza, senza mai gettare la spugna e perdere la speranza di una linea perfetta….ciao e buona fortuna!

Lascia un commento

Please wait...